La vostra ringhiera non è proprio in ottime condizioni?

Vi sembra che sfiguri un tantino rispetto al balcone del vostro vicino?

Non preoccupatevi, siamo davvero in tanti a non avere il pallino del bricolage casalingo. Con pochi semplici passaggi, ed i prodotti giusti, potrete avere una ringhiera da far invidia a tutto il palazzo!

Siamo onesti … la ringhiera dei balconi o del recinto, le panchine o le sedie in ferro, andrebbero riverniciate almeno ogni due anni e, possibilmente, non durante il periodo invernale.

Ma siamo altrettanto onesti nel dire che si tratta di un’operazione lunga e faticosa, soprattutto se i balconi sono tanti.

Finiamo così col rimandare ogni volta a data da destinarsi, con il risultato di ritrovarci alla fine di fronte a una situazione quasi disperata.

Niente paura, vediamo insieme la sequenza di interventi da mettere in atto perrimediare alla nostra pigrizia.

LA RUGGINE: IL NEMICO TANTO TEMUTO

Il ferro è un materiale nobile e duro ma indifeso di fronte all’acqua.

La ruggine è il risultato di una reazione chimica che avviene proprio quando il ferro entra a contatto con l’acqua, la cosiddetta corrosione.

Le ringhiere sono esposte all’aria e alle intemperie 365 giorni all’anno, e quindi soggette ad arrugginirsi.

Per evitare che questo accada bisogna intervenire in modo preventivo con dei trattamenti anticorrosivi che impediscono, per un periodo breve o lungo, il formarsi della ruggine.

Un’altra causa del formarsi della ruggine in maggiore o minore tempo è la zona in cui viviamo, ad esempio una ringhiera vicino al mare avrà vita più breve rispetto ad una in collina, in quanto l’aria salmastra risulta essere altamente corrosiva.

COME TRATTARE IL FERRO NUOVO 

Se il ferro che dobbiamo trattare è nuovo, già verniciato e non presenta macchie di ruggine, o ne ha poca, si può iniziare il lavoro effettuando nel primo caso la pulizia o lo sgrassaggio.

Dobbiamo ricordare infatti, che il ferro nuovo presenta sempre dei residui di grasso, che dobbiamo rimuovere con del diluente nitro, rapido e funzionale.

Nel caso ci sia della vecchia vernice bisogna carteggiare con una carta vetro P 120 per far sì che la nuova vernice aderisca bene. Procediamo poi ad applicare due passate di un ottimo antiruggine, il SIKKENS REDOX AK 1190 PLUS non diluito.

Dopo di che applicheremo due mani di SIKKENS REDOX FERROTECH

In questo modo potremo essere certi che la ruggine non sarà più un problema.

COME TRATTARE IL FERRO CHE PRESENTA RUGGINE E MACCHIE

Se il ferro che dobbiamo trattare è vecchio, con la vernice piuttosto rovinata e una buona presenza di ruggine dobbiamo procedere alla rimozione mediante una accurata carteggiatura o spazzolatura di tutta la ruggine presente.

Successivamente ritocchiamo i punti arrugginiti con un prodotto apposito come il SIKKENS REDOX AK 1190 PLUS non diluito. Procediamo poi ad applicare due passate dell’antiruggine, il REDOX AK 1190 PLUS sempre non diluito.

Concludiamo il lavoro applicando sempre il SIKKENS REDOX FERROTECH per un risultato da catalogo!

PREVENIRE È SEMPRE MEGLIO CHE …

Ricordiamo che non è sempre necessario intervenire pesantemente sui supporti.

Se siamo abbastanza volenterosi, e sappiamo programmare e prevenire, è consigliabile intervenire con leggeri cicli di restauro quando la ruggine non ha ancora avuto la meglio. 

In queste occasioni, con una pulizia poco approfondita e una semplice passata di carta vetrata, possiamo già procedere alla ritinteggiatura applicando le consuete due mani di SIKKENS REDOX FERROTECH.

Abbiamo utilizzato per questa mini guida pratica alcuni prodotti SIKKENS.

La SIKKENS produce infatti, una ampia gamma di vernici e smalti di altissima qualità, fatti con le materie prime migliori.

Qui da TecnoEdil, abbiamo una vasta gamma di prodotti per rispondere a qualunque tipo di problema.

Se la vostra ringhiera è in legno troverete nella nostra sezione dedicata alle strutture e costruzioni in legno, tutte le informazioni, il materiale e i prodotti migliori per prendervene cura.

La nostra esperienza è frutto di un’intensa e costante attività di ricerca e sviluppo, oltre che di cura meticolosa verso la scelta dei materiali che suggeriamo.

Per qualunque informazione un team di esperti è sempre a vostra disposizione, potete contattarci anche da qui. Tutto ciò che vi serve per un risultato perfetto inizia qui, da TecnoEdil.

Articoli recenti

sistemi ibridi compatti
Sistema Ibrido Compatto

TecnoEdil presenta il sistema ibrido compatto, un sistema integrato che permette di utilizzare più fonti energetiche, sia tradizionali che rinnovabili per un alto rendimento energetico in ogni stagione dell’anno. SISTEMA IBRIDO COMPATTO: MASSIMO RISULTATO L’esigenza di utilizzare in modo più consapevole le risorse naturali e l’attenzione ad un maggiore risparmio energetico hanno profondamente modificato la […]

Leggi tutto
Caminetti a gas TecnoEdil Avezzano
Il caminetto a gas: bello e intelligente

La suggestiva atmosfera del camino acceso senza il disagio della legna da ardere. Bellissimo, pratico, veloce da installare, un Caminetto a Gas si accende subito ed è sicuro. TecnoEdil propone la nuova gamma di Camini a Gas che combinano design, tecnologia con l’emozione e il fascino intramontabile di una fiamma viva. La soluzione perfetta per […]

Leggi tutto
Gres porcellanato effetto legno TecnoEdil Avezzao
Gres porcellanato: la scelta ideale per ogni ambiente 

Ogni collezione TecnoEdil in Gres Porcellanato racchiude una storia fatta di ricerca e selezione accurata della materia prima. Nulla viene lasciato al caso quando progettiamo un ambiente e la scelta di un materiale come il Gres Porcellanato consente infinite declinazioni che si adattano a qualunque scelta stilistica. PERCHÈ SCEGLIERE IL GRES PORCELLANATO ? È un […]

Leggi tutto